martedì 10 febbraio 2009

Torta di riso in crosta di mais

Adoro divagare con gli avanzi, mi permette quella creatività che per me è ossigeno e che a volte manca nel mio lavoro.
Per fortuna c’è la cucina che mi permette d’inventare e giocare con le energie e con me.
Cucinare è un grande gesto d’amore, e cucinare macrobiotico è un gesto di vero amore per sé stessi, anche se è impegnativo e a volte rischia di diventare un peso. Bisogna scrollarci di dosso quello che sappiamo e ricordarci che è sempre una scelta, non un’altra prigionia :)
Se siamo nati liberi e questa libertà è piena di responsabilità ci è stata offerta comunque per un motivo.


Due tazze di risotto ai porri (o con altre verdure)
Verdure stufate per altre preparazioni (facoltativo)
Due cucchiai di polenta precotta integrale
Acqua q.b.
Tamari
Erbe di provenza
Semi di sesamo e papavero
Olio e farina per ungere e infarinare la teglia


Mescolare il riso alle verdure e lasciare riposare. L’ideale sarebbe metterle assieme la mattina per poi cuocerla la sera, in modo da miscelare i sapori ma se avete poco tempo, potete farlo anche all’ultimo momento.
Oliare e infarinare una teglia, e versarci il riso e le verdure compattando con le mani bagnate. Versare a pioggia la polentina e inumidire con acqua spruzzando la superficie, non abbiate paura di esagerare, il mais l’assorbirà.
Se avete un vaporizzatore è utile riempirlo di tamari per spruzzare la superficie della torta, altrimenti è indispensabile dosare con attenzione la quantità di salsa, in modo da non esagerare.
Guarnire con le erbe aromatiche e i semi e cuocere in forno caldo a 180 ° per 20 minuti.

23 commenti:

Saretta ha detto...

che acquolinaaaaaaaaaaaaaaa!!!
bacione

Yrouel aka Goofy Cloudy ha detto...

grazie per la ricetta, e' proprio una bella idea per riciclare gli avanzi di risotto.
in mancanza di polenta si potrebbe tentare con la farina di riso?

Arame ha detto...

Saretta,
:)

Yrouel,
In mancanza della polentina puoi utilizzare il pangrattato, con la farina di riso verrebbe molto diverso :)

Cobrizoperla ha detto...

gnammm. volevo giusto chiederti di apportare una modifica alternativa... pensavo al semolino di riso (anzichè la farina) che ha una consistenza simile alla farina di polenta. che dici?

Monica ha detto...

...con il lunedi inizia la settimana scandita dal ritmo dell'orologio. Desidero il caldo ho voglia di verdure nuove di cereali freschi e di un pò di novità.....intanto partiamo dal piatto!...ma se continuiamo a rimanere vicino allo zero COME SI FA A SMETTERE DI COCCOLARSI CON IL CIBO?!

Arame ha detto...

Cobrizo perla,
non saprei, la polentina diventa croccante, il semolino direi che dovrebbe restare più morbido. Prova, magari a te piace più così :)

Monica,
io aspetto la quaresima e per adesso mi coccolo. Ne ho proprio bisogno!
:D

Anonimo ha detto...

ciao ti volevo chiedere una cosa. Con l'avvicinarsi della quaresima vorrei fare fioretto di nn toccare prodotti da forno quindi pane, grissini, crackers, focacce, pizze, brioche, biscotti...me ne sono perso qualcuno? e a questo punto con cosa faccio colazione? le gallette di mais o riso sono prodotti da forno?
Grazie per l'aiuto
Federica

Anonimo ha detto...

Ciao Arame! Ogni tanto capito con piacere a sgranocchiare il tuo verdissimo blog.. ho letto tuoi vecchi post e vorrei chiederti un consiglio... riguardo ai famosi 10 giorni di riso... sto per iniziare! Ma ho trovato informazioni discordanti: riso (ok, se si vuole anche cereali vari, ma io ho già scelto una buona scorta di riso integrale), acqua (poca?) il più pura possibile e...? Niente? Io leggevo che tu hai usato anche tamari (il glutammato non lo uso mai.. mi sa molto di chimico in verità :) e effettivamente la salsa di soia è composta da grano, soia e sale (tutti alimenti permessi!).. che mi consigli? :) grazie! Ps (ovviamente niente the e simili vero?)... potresti elaborare un post con ricette varie di riso... ahaha :) ti diro' come andra'! baci verdi scusa la lunghezza Magd

Arame ha detto...

Ciao Federica,
mi spiace ma non posso far altro che confermare che le gallette sono considerate prodotti da forno. Per le colazioni puoi provare con le creme di cereali, guarda a destra le colazioni.

Magd,
la SETTE intesa come il più semplice regime macrobiotico consiste nel mangiare il 100% di cereali. Tutti i cereali. Puoi accompagnare comunque questo regime curativo con i condimenti speciali: tamari, gomasio, miso, tekka e umeboshi.
Puoi prendere il miso tre volte al giorno, nelle dosi di un cucchiaino raso sciolto in una tazzina (da caffè) d’acqua calda.
Puoi accompagnare i tuoi pasti con il thè bancha.
Nel tamari originale non c’è il glutammato, è più facile che tu lo trovi in salse di soia di pessima qualità ovvero in quelle che servono nei ristoranti cinesi o che vendono nei supermercati.
Se mastichi molto avrai effetti più significativi.
Ovviamente è un’alimentazione altamente disintossicante, consigliata per brevi periodi, al massimo due settimane se non sei seguita da nessuno.
Può avere effetti collaterali quindi mi raccomando ascolta le tue sensazioni.
Scrivimi se vuoi più informazioni.

Anonimo ha detto...

ciao Arame! Grazie per i suggerimenti... ma un dubbio.. se sono tutti i cereali, si possono usare anche quelli secchi tipo da colazione?.. e il pane?? Perchè non la pasta?....ciao buona giornata*Magd

Anonimo ha detto...

scusa Federica, riflettevo sulla tua idea quaresimale... le creme mi sembrano un po' una scorciatoia, sono solo un'altra forma dello stesso alimento; se hai deciso di rinunciare a quel genere di alimenti, perchè non esplori altri cibi? Potresti dedicarti a prime colazioni di frutta e the. Magari tagliando a cubetti tanti tipi diversi di frutta. Ti sazieranno stomaco e occhi. E anche cereali, questi non sono prodotti da forno!..

Anonimo ha detto...

Oggi è il primo giorno di Quaresima, e mercoledì delle ceneri...
La mia colazione è stata the bancha e 1 mela...avevo già pensato che le mie colazioni potevano essere trasformate in deliziose macedonie!
Grazie cmq per avermi pensato :)
Ciao a tutti
Federica

Arame ha detto...

Magd,
scusami ma credo che effettivamente ci sia bisogno che chiarisca un po’ meglio la sette, perché è chiaro che in proposito ci sia un po’ di confusione :)
Scriverò un post approfondito in proposito, per ora mi limito solo a farti riflettere sul fatto che pane, pasta e cereali non sono proprio la stessa cosa.
Il cereale è in grado di generare vita, mentre pane e pasta no. La pasta fatta con farina appena macinata può essere vista come un alimento curativo, un po’ meno se è comprata in un negozio. Il pane è talmente trasformato e ricco di altro che non può essere considerato più solamente un cereale.

Anonimo,
la mia idea di esclusione di prodotti da forno evidentemente non centra nulla con la tua ;D

Federica,
secondo me non è l’ideale iniziare la giornata con la frutta cruda. La mattina hai bisogno di nutrimento che ti dia forza non di qualcosa che ti indebolisca. Comunque dal momento che non segui la macrobiotica in senso stretto la decisione spetta a te. Io conoscendo a grandi linee la tua costituzione, ti indirizzerei verso creme di cereali la mattina e frutta cotta la sera.
Un bacio e buona fortuna per il tuo fioretto.

Anonimo ha detto...

sai perchè non amo le creme d cereali? xè mi ricorda la papetta che preparavo alla pupa, di solito le preparavo la crema di riso...
potrei provare ma non so...
A dire il vero stamattina ho bevuto il the e dato che ora inizio ad avere lo stomaco che borbotta mangio la mela.
Grazie per i consigli
Federica

Arame ha detto...

Fede,
lo so e lo capisco benissimo ma le pappine di tua figlia erano giustamente insipide. Tu invece puoi aggiungere tutti i condimenti speciali, il malto, la frutta secca, altrimenti erbe aromatiche, legumi e verdure avanzate dalla sera prima, insomma ti puoi sbizzarrire. In fondo è solo un periodo. Questi sono solo possibilità che magari non hai valutato, non so, quello che conta è che tu sia soddisfatta. ;)

Anonimo ha detto...

Ei! ciao a tutte girls! Io vivo in Inghilterra ora e altro che melina.. qui (lo ammetto sono pigra e le compro) ci sono pacchettini di frutta che saziano fino a mezzodì! Prova a comperare frutta e dedicarti a mega cubi di ananas+mele+mango+avocado e mille frutti che stimolano.. ti assicuro che ben abbinati mi sono ricreduta sulla tristezza della frutta a colazione :D
si effettivamente sapevo anche io che ovviamente pane e pasta e cereali non sono la stessa cosa; pero' ho trovato mille formule diverse sull'argomento e credo che sì, ci siano davvero molti fraintendimenti..buona giornata! Maad

Monica ha detto...

Mamma mia che confusione!Penso che il cereale riempia la vita di energia ed equilibrio...questo è ciò di cui abbiamo bisogno alla mattina prima di affrontare la giornata.
I nostri "fantasmi" non devono compromettere le nostre scelte, in fondo penso che una mamma in equilibrio sia migliore di una mamma con la pancia piena...

Anonimo ha detto...

Caspita cosa ho sollevato!
Allora con una tazza di the o tisana arrivo tranquilla fino alle 11 ora in qui mi faccio un frutto. Anzi a dire il vero oggi sono arrivata fino all'ora di pranzo della bimba (ore 12.30 visto che non ero al lavoro)senza problemi.
E come ha detto Monica mi sento una mamma in equilibrio, sono solo 2 giorni che mi applico e mi è già tornata la voglia di cucinare, che era sparita con il mio ingurgitare ad ogni ora cioccolatini, focacce e pizze!
Federica

Lisette ha detto...

Cara Arame, ti seguo sempre con molto interesse,di questo regime curativo e dupurativo a solo cereali non ho trovato traccia nel blog.di cosa si tratta?l'hai fatto?grazie ;-)

Lisette ha detto...

Cara Arame, ti seguo sempre con molto interesse,di questo regime curativo e dupurativo a solo cereali non ho trovato traccia nel blog.di cosa si tratta?l'hai fatto?grazie ;-)

monica ha detto...

.....hai preso l'influenza?

Monica ha detto...

Vorrei fare una domanda:nonostante le macro ricettine gustose che troviamo di quì e di là vi capita mai di mangiare qualcosa di estremamente goloso o di estremamente yang che non sia macro?

Mimì ha detto...

La macrobiotica mi ha sempre affascinato, soprattutto perchè vegan come me :lol: ... E le tue ricette sono altrettanto interessanti e stuzzicanti. Complimenti!