mercoledì 13 maggio 2009

Kanten - mousse Fragola e Vaniglia

La via naturale e macrobiotica lascia il segno, entra nella tua vita come una curiosità poi ti scopri diversa, intuisci la possibilità di avere risposte e una chiave di lettura diversa per il mondo.

La chiave di lettura del mondo… forse è questo che mi ha affascinata, nell’arte, nella geometria, nella poesia, nell’architettura e nell’alimentazione che diviene uno strumento di comprensione e di cambiamento…

Un dolce, in questa visione alimentare così profonda, è utile per alleggerire un po’ il tutto, in questa fase della mia vita che definirei “pesante”, con poche soddisfazione e con infinite possibilità.
Ogni giorno è una opportunità. Per vivere in una tale libertà basta un unico e importante punto fermo. Per me l'indiscutibile è una persona, così me la coccolo e ci vedo diventare grandi attraverso i suoi occhi.


Mezzo litro di succo di mela
½ limone - succo e buccia
10 o 12 fragole
Un pizzico di sale integrale
3 cucchiaini di agar agar in polvere
1 cucchiaio di malto di riso (facoltativo)
Una punta di vaniglia in polvere

Versare il succo di mela in una pentola d’acciaio, aggiungerci a pioggia l’agar agar, salare e mettere a bollire per 5 minuti mescolando di tanto in tanto per evitare che di attacchi.
Grattugiare il limone e spremerne il succo.
In un recipiente largo, magari di vetro, versare il succo di limone, la buccia grattugiata, il malto la vaniglia, le fragole tagliate e lavate e versare il succo di mela bollente.
Lasciare raffreddare per un paio d’ore. Una volta che si sarà formata la gelatina frullare e mettere in fresco in uno o più contenitori alimentari.
Servire in coppette e guarnire a piacere con mandorle tritate, fiocchi di mais, cereale soffiato (il top è la quinoa) o addirittura cioccolato fondente in scaglie (qui lo dico e qui lo nego ;PPP)

MacroConsiderazione dietetica.
Questo dolce è utile per chi si avvicina alla pasticceria naturale per coccolarsi e magari perdere anche un po’ di peso, infatti l’agar agar è priva di calorie e leggermente lassativa. Assieme al gusto dolce rilassa nel profondo e può essere molto utile per persone troppo tese. Se il pancreas è troppo contratto, infatti, la voglia di dolce sarà forte, e dessert come questo non solo la soddisferà ma assieme ad un’alimentazione mirata aiuterà a rilassarsi e a vivere con più serenità la tavola.

17 commenti:

Saretta ha detto...

Favolosa!

spighetta ha detto...

Bella questa ricettina...Il Kanten è sempre un piacere :) Solo una info: quante coppette escono con questa dose?

mammafelice ha detto...

Consigli: quanto kanten in fiocchi? Un cucchiaio?
Splendida ricettina ;)

Alysia ha detto...

Meraviglia, ho giusto un cestino di fragole che si immolerà con piacere per questo dolcetto:))
Grazie Arame!

rosmarina ha detto...

Slurp!! Questo lo devo assolutamente provare, sono nella "fase" giusta. La quinoa mi piace tantissimo, l'agar-agar invece sarà una novità.

Ciao!!

spighetta ha detto...

Ciao c'è un piccolo regalino sul mio blog per te...Vai a vedere!!! Ehehehe.........

Isafragola ha detto...

molto invitante...

monica ha detto...

Stessa domanda. Quanto kanten in fiocchi? E' il mio dolce e il mio pancreas.....

Vera ha detto...

Che buona! :)

Anonimo ha detto...

E' una ricetta classica della macrobiotica di buon senso!! hai mai provato ad aggiugere un cucchiaino di crema di mandorla quando frulli il kanten'!? secondo me da una vera e propria sensazione di...crema...per i piu' viziosi si intende!!!!

Cobrizo ha detto...

bella. ho trovato finalmente delle fragole che san di fragole. e son pure bio! domani ci provo! ;-))

alicebox ha detto...

spettacolo!!!

valedug ha detto...

appena mi ridanno il via ai dolci (senza zucchero) e alla frutta (poca) questa la faccio subito!!! gnam!

Solidea ha detto...

L'ho fatta ieri, desideravo qualcosa di "sano", fresco e leggero.....l'avevo vista si gz....

Maia ha detto...

arame che fine hai fatto

?????????????????????

Anonimo ha detto...

questa non l'hai postata su vegnblog.. è favolosa :P

mimì veganblog

Mimì ha detto...

Questa me la devo assolutamente segnare, il fatto che non sia presente nemmeno il malto (o perlomeno che sia facoltativo) in questa preparazione, mi attira particolarmente, adoro anche le fragole... Ricetta perfetta...
Attenderò la primavera pensando a questa delizia ^^