mercoledì 20 giugno 2007

Momenti di Crisi

Questo è un post atipico, infatti parlo di un evento a cui non solo non ho partecipato, ma che effettivamente non ha nemmeno avuto luogo….

Venerdì sera sulle sei e mezza ricevo una telefonata da un amico, mi rendo conto che non sapeva da che parte iniziare, e titubante mi chiede se era quello effettivamente il giorno in cui Il Criticissimo Tester e Rubijo sarebbero andati all’Heineken Jammin Festival. Ero convinta che si trattasse dell’organizzazione della serata, e allegra ho detto che li avevo sentiti all’una e che erano arrivati a destinazione a Mestre, mi avevano chiamata mentre prenzavano e bevenano birra sdraiati nell’immenso prato dove sarebbe, da li a qualche ora, iniziato il concerto.
Roby mi dice che non riuscivano a mettersi in contatto con loro e che erano preoccupati perché c’era stata un tromba d’aria, ma che non sapevano altro.
Io corro a casa. Accendo la televisione e vedo passare il sottotitolo nel Tg2 che diceva più o meno così: Venezia, tromba d’aria all’Heineken Jammin Festival, crollate le due torrette che sostenevano i fari del concerto, otto feriti, concerto sospeso.



Non riuscivo a rendermi conto di quanto tempo fosse passato e quindi a capire se era o no normale non avere ancora notizie da parte loro.
Provavo a chiamare in continuazione e a seguire i tg facendo zapping da un canale all’altro. In alcuni tg sembrava aumentare il numero dei feriti (si parlava ora in termini di decine) e dicevano che i ragazzi si erano attaccati ai cellulari per avvertire i familiari che stavano bene. Quindi la mia speranza dell’assenza di campo in zona era andata in frantumi.
Non sapevo che fare!
Tenevo in cellulare in mano e chiamavo a ripetizione. Non so quantificare il tempo che è passato, avevo in una mano le chiavi dell’auto, pronta per andare chissà dove, e il cellulare costantemente all’orecchio, ma niente segnale dall’altra parte.

Non capisco proprio più nulla se mi toccano il C.T.
Non volevo chiamare i suoi genitori perché probabilmente non avevano visto la televisione, ed era una pura cattiveria imporgli la mia angoscia.
Chiamando, chiamando ad un certo punto mi sono resa conto che il telefono dall’altra parte stava squillando, finalmente sento la sua voce, leggermente agitata, ma comunque allegra e rassicurante, "finalmente va il telefono! Non puoi sapere cosa è successo! Il delirio!".
In realtà qualcosa già sapevo e mi sono morta dalla paura!
Il cellulare aveva preso troppa acqua per funzionare, ma un corto circuito o una delle nostre classiche botte di fortuna ci ha dato la possibilità di sentirci e di tranquillizzarmi.
Dopo poco so che ha nuovamente smesso di funzionare, ma ormai sapevo che era di ritorno e che stavano guidando in mutande per la romea.
Che bella scenetta!!! :DDD
Me li sono visti arrivare sotto casa umidi e con lo zaino ancora gocciolante.
Non so se la tromba d’aria e le sassate di grandine li abbia provati più della delusione di non aver potuto assistere al concerto tanto atteso, soprattutto al timore di aver perso l’occasione di sentire dal vivo Linkin Park e Pearl Jam in una stessa sera.
Mi auguro che questo evento venga prima o poi riproposto, e che magari, per una volta, sia la voglia di offrire musica in tutta sicurezza la molla che muova l’organizzazione ;)

5 commenti:

Criticissimo Tester ha detto...

Veramente incredibile!! Una giornata che non dimenticherò, comunque ti ho detto mille volte che non devi preoccuparti, tanto non mi succede nulla, soprattutto se sono in giro con Rubinho.
....la tua sensibilità ha avuto un freno quando mi hai criticato (criticare il criticissimo è poco carino :-P ) perchè non ho fatto belle foto durante la tromba d'aria!!! Ciao.

Arame ha detto...

Criticissimo tester,
si vede che il cinismo è contagioso solo in parte! :DDD
Poi la mia non era una critica, ma una semplice costatazione ;P

inutile donna ha detto...

mamma mia arame cara, sono stata col fiato bloccato per metà post..
criticissimo tester: mi hai fatto prendere un colpo!!
io seppi della cosa mentre ero a cena con i colleghi del mio ex (sigh sigh) lavoro.. e le notizie erano molto peggiori della realtà..
beh, contenta che sia andato tutto bene..

Arame ha detto...

Donnina,
infatti!!! I telegiornali tendono sempre ad essere gonfiati.
Comunque è una fortuna che la situazione matereologica sia precipitata prima che iniziasse la parte calda del concerto. Se fosse successo un paio di ore più tardi, con migliaia di persone in più, non ci sarebbe stato bisogno di fare del catastrofismo.
E' andata davvero bene!

inutile donna ha detto...

ai tg avrebbe fatto comodo la catastrofe.. dopo franzoni ed erba non sanno di che tragedie parlare..
per loro fortuna è tornato il caldo così possono regalare allarmismi su allertata la protezione civile, consigli anti colpo di calore ecc
li odio.