mercoledì 19 dicembre 2007

Un classico: Crema di Riso

La Crema di Riso è la colazione ideale per tutti i giorni, è un classico della macrobiotica, quindi mi limito solo a esporre uno dei mille procedimenti. Ho scelto il più facile e immediato, proprio per agevolare chi è abituato al tè e biscotti. Può essere sia dolce che salata, io propongo la versione salata, perchè può essere di aiuto per limitare gli stravizi tipici del periodi natalizio. I miei genitori in questi giorni credo facciano anche colazione con pandori e panettoni, non sono sicuramente un ottimo esempio in questo caso :DDD


1 parte di farina di riso
6 parti di acqua
un pizzico di sale integrale marino

Per guarnire ho utilizzato il gomasio, ma potete sbizzarrirvi con la purea di umeboshi, con la tekka, con il miso, oppure tamari, salsa di soia semi tostati o frutta secca come mandorle e pinoli.

Si consiglia di preparare la colazione per non più di due volte e preferibilmente cucinarla la sera per la mattina.
In una pentola di acciaio con il fondo spesso, incorporare l’acqua la farina e il sale, e mettere sul fuoco mescolando. Continuare a mescolare con una frusta di legno fino a che non inizia a bollire. Attendere due minuti e spegnere chiudendo con un coperchio.
La mattina dovrete soltanto riscaldare la crema, togliendo il coperchio e mescolando di tanto in tanto, infatti la crema di riso avrà continuato a gonfiarsi durante la notte.
Cambiando semplicemente il condimento potrete avere tutti i giorni un crema diversa.

Macro Considerazioni
Le farine andrebbero fatte al momento partendo dai chicchi, ovviamente utilizzando un mulino sarebbe il top. Io per ora utilizzo il bimby, un frullatore pesante, ma l’energia impressa così al cereale è solo espansiva, quindi non proprio indicata per tutti.
Si possono utilizzare anche le farine in commercio, ma essendo solitamente vecchie hanno perso di vitalità ed energia.
Per fare le cose fatte bene però non è necessario comprare un mulino, ma è possibile che in alcuni negozi bio ci sia la possibilità di farsi fare la farina comprando il cerale in chicchi.

24 commenti:

nena ha detto...

Microconsiderazione: l'aspetto è bellissimo ... io ci ho provato ma le mie papille decustative si sono ribellate ....

Arame ha detto...

Parte della farina che ho utilizzato è un tuo regalo... la riconosci?

lo so per alcuni è dura, io ci ho messo anni. Lo ammatto volevo la colazione DOLCE!!!
Ora i miei gusti son cambiati molto e a colazione preferisco il salato.
Per il criticissimo invece fette biscottate con il malto e tè bancia o caffè d'orzo.

MATTEO ha detto...

Mamma mia, non l'ho mai fatta!! Prima o poi mi ci metto!

inutile donna ha detto...

wow, le cremine di riso mi ricordano tanto le pappette dei bimbini piccoli.. devo provare a farne qualcuna.. (anche se la mia colazione è sempre 1 litrata di caffè per 1 tazza di latte di soia o di riso..)

Logan ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Arame ha detto...

Logan,
non so se hai letto il mio post... ha scritto che ho scelto "appositamente" la preparazione più facile e veloce!

Conosco bene molti modi per fare la crema di riso, o di cereali, ma il mio intento era semplificare un po' la vita a chi sta facendo il cambiamento.
Se uno vorrà studiare e approfondire c'è sempre l'opportunità!

Affermazione del genere:
"signori miei, il goma-shio nella crema è un abominio."
puoi anche risparmiartele se non me la ARGOMENTI!!!

Poi ti rispondo dicendo che questa ricetta è uguale uguale a quella che Renai a Cuisine et Santè propone praticamente tutte le mattine.
Renai ha lavorato con Ohsawa per anni, e se non lo sa lui come si fanno le cose bene chi lo sa? TU???
Forse anche Lui ha capito che a volte semplificarsi un po' la vita è UTILE!!! Specialmente all'inizio.

Ripeto c'è modo e modo per dire le proprie idee e conoscenze, e non pretendo di avere la verità in tasca, ma mi indispone chi interagisce con me senza usare questa premura.

Arame ha detto...

Matteo,
so che per alcuni è uno stacco molto forte, se si è abituati alla classica colazione, ma con il tempo spesso si cambia idea ;)

Donnina,
il caffè è un finto amico, temo tu ne prenda un po' troppo :DDD

Questa cremina è proprio quella che si da ai bimbi, è un ottimo alimento ;)

Logan ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Arame ha detto...

Logan,
ora mi hai dato qualche informazione utile. Ti ringrazio!

Però pur concordando su un utilizzo moderato delle farine non sono assolutamente convinta che vadano demonizzate.
Mi sembra davvero eccessivo.
Perchè parlare sempre di una macrobiotica difficile da gestire, con cotture lunghissime, e mille aggeggi da pulire???
Veniamoci un po' incontro e cerchiamo di fare le cose al nostro meglio.

Io me la immagino una persona (abituata a cappuccino e brioche) lavare bene il riso, scolarlo, cuocerlo per due ore, passarlo con il passa verdura, filtrarlo ancora e poi assaggiare il giorno dopo il risultato.
Potrebbe benissimo fargli schifo, e buttare nel patume non solo la crema, ma anche l'esperienza a cui tanto teniamo.

Per provare l'efficacia di questa filosofia alimentare bisogna anche viverla giornalmente. Il tempo per far tutto non sempre c'è, ma questo non vuol dire mandare in frantumi il proprio cammino, quello che conta secondo me è il trend. Come dice Renai, e a me piace molto, modificare con il tempo il proprio terreno deve essere l'obiettivo.

Ripeto ben vengano le esperienze di altri e le conoscenze, ma non voglio parlare di una macrobiotica necessariamente stretta e proibitiva.
Quella che porti avanti tu, per me va benissimo, anzi è auspicabile per chi ha problemi di salute, ma non voglio che persone si spaventino credendo quello come unico modo di vedere l'alimentazione, perchè non sono assolutamente d'accordo. Il mio blog si impegna a dare spunti, poi ognuno valuterà fino a che punto, se vuole, stringere.

Tra l'altro questa ricetta si trova simile sia sui libri di Ohsawa che in quelli della moglie, e gomasio a parte, su cui potresti avere ragione, anche Loro utilizzano farine!!!

Quindi vedi tu se fare o meno la mia spina nel fianco, anche io studio, rifletto, e sperimento su me stessa quotidianamente.

Logan ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Logan ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Logan ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
criticissimo ha detto...

Bambini smettetela....andate a giocare a palla in autostrada.

Più che un blog qui sembra un forum.

Almeno non mi sento più solo, ce n'è un altro che critica quando io sono in ferie.

Logan non so se hai un blog, ma dovresti aprirlo, cosi non spammeresti qui un kilo di aforismi che poi io me li leggo tutti; ma al massimo linkeresti il tuo blog.

inutile donna ha detto...

logan continua a postare aforismi perchè così ne conosco di nuovi.. e non si sa mai che non li sfrutti..
^_^

Logan ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Arame ha detto...

Logan secondo me hai passato un po' il limite!
Questo è il mio spazio, qui sei un ospite.
Se non ti piace quello che leggi va in altri luoghi, non sei obbligato a leggere questo blog, ne io a far leggere i tuoi commenti.

Sinceramente ci sono rimasta male, perchè credevo di aver di fronte una persona che valesse la pena ascoltare, non è così.
Non è così perchè le tue critiche vengono mosse su ricette che appaiono proprio sul libro di ricette di Ohsawa che tanto esalti, e anche sul libro di Lima che ho comprato dietro consiglio di Luca (persona di cui abbiamo entrambi grande stima).
Non è così perchè parli senza ascoltare o meglio leggere, e vai dritto come un razzo a sputar sentenze. Ben diverso sono le puntualizzazioni.

Mi sono posta sempre con molta umiltà, e riconosco di avere ancora molta strada da fare, sto continuando a studiare e per me questo luogo e di grosso stimolo per cercare sempre di migliorarmi.

Questo non vuol dire che io debba ascoltare chiunque, soprattutto se a me sembra proprio il tipo di "macrobiotico" (se effettivamente lo è) che io NON VOGLIO DIVENTARE!!!!

Per inciso, hai puntualizzato spesso cose inutili e fuori tema, questo vuol dire che non leggi quello che scrivo o che semplicemente non ti interessa un punto diverso dal tuo.

Io con un muro non parlo, non ha senso.

Luca ha detto...

Ciao Arame! Intanto... Tanti AUGURI per un nuovo anno sereno, ricco di ogni bene e tanta felicità! Gli auguri in pdf te li mando poi per email...

Cavolo! Cosa mi sono perso!! Una flamewar sul blog più tranquillo e sereno della rete!!... Peccato che siano spariti tutti gli interventi di Logan, ma dalle tue risposte si capisce comunque tutto...

Io preferisco la crema di riso al panettone, queste vacanze ho avuto modo di assaggiarne un pezzo (dopo 10 giorni dieta sette, puoi immaginare il risultato...) ma devo dire che il prossimo che mangerò... me lo faccio io! La Cinzia aveva una ricetta macro, se ti interessa appena gliela chiedo te la mando!

Evviva la crema fatta con la farina, persino se vecchia, sporca e impolverata e pure un po' gialla: finchè è cereale, va tutto ok!... No?...

Levi avrà anche tanti difetti, ma non c'è dubbio che è uno che FA qualcosa e cerca di rendere ...digeribile il messaggio "macrobiotico" al maggior numero di persone possibile: se c'era persino un figlio di Ohsawa che lavorava alla Coca Cola per avere risorse per diffondere il messaggio del padre, direi che ogni mezzo è giustificato pur di far nascere un utile dubbio o di far arrivare un'informazione importante!
Appena Logan avrà fatto su di sè un decimo del lavoro che ha fatto Levi, anche senza contare tutta la sua attività con i malati, prometto che andrò a ballare nudo sotto la luna declamando dotte citazioni da Ohsawa...

Giusto per rimanere in tema e per concludere, direi che la crema fa la sua azione comunque; e se l'unico modo per farla sentire a una persona che ne ha veramente bisogno o che non la sentirebbe mai è proprio quello di ballare nudo mentre la cucino, penso che lo farei sul serio! Il nostro corpo è in grado di fare piccoli "miracoli" sempre e comunque, non ha bisogno dei migliori attrezzi di lavoro per fare il suo mestiere più che egregiamente...

Ciao!

Arame ha detto...

Ciao Luca,
tanti auguri per il 2008!!!

Prima di tutto ti ringrazio davvero per il tuo commento. Lo ammetto un po' è perchè la pensi come me ;P, ma non solo per questo.
Ci tengo a precisare che io non ho cancellato i commenti di nessuno, ma c'è stata un'auto-eliminazione. Ci sono rimasta male anche per questo e ovviamente ho chiesto spiegazioni in privata sede.
Un po' io e Logan ci siamo chiariti, da una altro punto di vista è un po’ difficile perchè i nostri obiettivi sono diversi.

Comunque ci tengo a dire che qui sono sempre accettate idee e punti di vista diversi dai miei, ma al tempo stesso vorrei che il mio interlocutore riconoscesse che è comunque un punto di vista. Serio, ovviamente, e motivato, mi auguro, ma portato avanti con serena umiltà.

Questo è un blog, non sempre è il caso di dire tutto e subito, preferisco che cresca piano. Poi io nel mio privato potrei fare scelte estreme, sia in un senso che nell'altro (come fare 10 giorni di sette poi sentire un po' di panettone ;)) ma il mio interesse è incuriosire, non terrorizzare sulla precisione necessaria.
La precisione è importante e aumenta la velocità di reazione del corpo, ma spesso anche con piccoli errori si ottengono risultati insperati.
Questo lo posso dire con estrema sincerità e convinzione.

Grazie per i tuoi interventi, e per la passione con cui porti avanti quello in cui credi, è davvero bello e importante.

nataraja ha detto...

ciao Arame,complimenti x il tuo blog,ti posso chiedere una cosa??premetto che amo la colazione con la crema di riso non troppo dolce..sono alcuni mesi che mi hanno regalato il mulino xfare la farina (di cui parli sopra)e mi piace moltissimo l'idea della farina appena macinata e ricca di tutto, ma è un pò che ho un dubbio..magari mi puoi dare un buon consiglio!!
i cereali integrali o semi integrali di solito prima di cucinarli li laviamo sempre, invece quando si fa la farina no,passi x quelli integrali che sono i più puliti,ma i semi integrali e il riso non integrale no!.."tutto fa brodo?" non posso lavarli perchè si impastano le macine..cosa mi consigli??
grazie ciaoo eva

Arame ha detto...

Grazie Nataraja,
un modo può essere quello di lavarlo e lasciarlo asciugare. Lavalo sotto l'acqua corrente senza ammollo e disponilo su un telo di cotone in modo che si asciughi in fretta. Se lo consumi entro un breve periodo puoi lavare anche l'intero pacco e macinarlo di volta in volta, altrimenti diminuisci la quantità a seconda di quella che vuoi macinare.
Io farei così. Comunque alcune marche vendono un cereale più pulito rispetto ad altre, quindi un altro modo è quello di comprare la marca che solitamente è più pulita e fidarsi. Oggi come oggi la pulizia nei meccanismi produttivi è maggiore rispetto ad un tempo. ;)

nataraja ha detto...

grazie mille...ma sai che ci avevo provato una volta alavare tutto il contenuto del sacchetto , convinta di averlo lasciato asciugare bene l'ho versato in un barattolo di vetro e indvina un pò!? si son formate le farfalline!!
Bè CMQ GRAZIE LO STESSO ci riproverò con più cura, seguendo il tuo consiglio..
e non te la prendere x quello sopra!!
un abbraccio eva

Paolino ha detto...

E' qualche giorno che prepariamo la crema di riso (a partire dai chicchi in pentola a pressione, poi si filtra tutto cn l'apposito passino) per nostro figlio di sette mesi (inizio svezzamento). Va bene farla la sera per il giorno dopo? A quella che avanza noi aggiungiamo (per noi genitori) crema di nocciole o crema di mandorle e malto (dao dolce). Va bene come colazione per noi secondo te??

Ciao, saluti

Claire ha detto...

Stamattina ho preparato la crema di riso con la farina. Ho seguito scrupolosamente la ricetta, ma il risultato è stato un po' troppo colloso e compatto, così quando oggi pomeriggio l'ho mangiata per merenda, l'ho stemperata un po' con l'acqua.
Onestamente non mi è piaciuta granché. L'ho dolcificata con poco miele, perché non avevo il malto, e ho aggiunto dell'uvetta, ma il sapore non mi ha comunque conquistato.
Anche a voi esce così oppure l'ho tenuta troppo sul fuoco? Mi dite qualcosa in più sulla consistenza?
Ieri, invece, ho provato a fare la versione con il riso che qualcuno suggerisce in altri blog più o meno macro e anche quella non mi ha fatto impazzire, ma potrebbe essere dipeso dal fatto che ho usato il riso bianco, che impiega meno tempo a cuocere rispetto al riso integrale o semintegrale, e che l'acqua non era completamente assorbita. Il risultato era una pappetta inodore e incolore.
Sono io che sbaglio o questi piatti sono proprio così? Dai vostri commenti e da altri che ho trovato in rete mi aspettavo qualcosa di più gustoso.
Spero di ricevere risposta. Sto provando a capirci qualcosa...

Anonimo ha detto...

Ho comperato Soyabella per fare latte di soya, mandorle, ecc. si può fare anche la crema di riso in maniera semplice e veloce...
che ne pensa Arame di questo attrezzo?