venerdì 13 giugno 2008

Frutta cotta con il Kuzu

Valutare persona e necessità è la base della macrobiotica, questo è la cosa più importante per chi vuole conoscere gli effetti del cibo. Infatti esso ha sicuramente un impatto diverso a seconda della costituzione e dello stile di vita, poi ci sono altri fattori, come la stagione, e l’obiettivo che vogliamo raggiungere.
Quando ho iniziato il mio target era rinforzare l’apparato digerente, ora che digerisco anche i sassi, l’obiettivo è utilizzare il cibo per rilassarmi un po’, certo non si deve esagerare, ma variando sempre non si corre pericoli.
L’equilibrio è, come deve essere, in continua evoluzione, inoltre scoprire e testare nuove cose e situazioni mi ricarica e mi riempie di buoni propositi.


200 gr ciliegie
3 pesche
2 albicocche secche
un cucchiaio di kuzu
acqua
un pizzico di sale integrale

Tagliare la frutta a pezzi piccoli e metterla a cuocere coperto per 20 minuti in una pentola di acciaio con un pizzico di sale e un goccio di acqua.
Quando la frutta sarà morbida e quasi disfatta, sciogliere il kuzu in poca acqua fredda e unirlo alla frutta, mescolare bene e spegnere il fuoco.
Servire caldo o tiepido, possibilmente la sera e lontano dai pasti, per aumentare l’effetto rilassante e dolce-sonno ;)
Si mantiene sicuramente per tre giorni ed è possibile riscaldarlo (senza farlo bollire) prima di servirlo nuovamente.

6 commenti:

Saretta ha detto...

Ciao bella!
Concordo con te che la Macrobiotica sia un ottimo aiuto per curare e rigenerare il fisico.Il kuzu è validissimo, io l'ho usato spesso peraddensare e per coccolare il pancino un po' scombussolato.Ora èproveràò anche questa bella ricettina!
Un bacione
buon we
saretta

Arame ha detto...

Saretta,
provala mi raccomando, fa bene ed è buonissima. Meglio di così... non si può ;)

nena ha detto...

che bellissima ricetta ....
visto che la stagione estiva è carica di frutta.....
ciao

mammafelice ha detto...

Buonissimooo!
Mi sto avvicinando alla macrobiotica grazie ad un libro molto interessante... Siccome per tentare di risolvere una fastidiosa allergia da pollini sto limitando molto tutto lo yin.
Vero che il kuzu è yang (come la cottura) e bilancia bene la frutta?
Per togliermi la voglia di dolce credi vada bene frutta cotta con kuzu????
Grazie e complimentissimi per il blog!

Arame ha detto...

Ciao Mammafelice,
purtroppo il kuzu ha la caratteristica prevalente di trasportare in profondità il gusto. In questo è molto yang, ma se lo accosti ad un gusto dolce allora si crea un'energia yin che viene veicolata all'interno in profondità.
Nel caso delle allergie è utile rafforzare l'intestino e tutto l'apparato digerente. Per la voglia di dolce io consiglio marmellate di verdure dolci a cui puoi aggiungere del kuzu. Sono ottime per rinforzare l'apparato digerente e sono molto meno yin della frutta cotta.
Poi ti consiglio vivamente di contattare uno specialista della macrobiotica, perchè è difficile curarsi da soli. Io ci sono riuscita per piccoli disturbi anche quando ero una principiante, ma ci ho messo molto tempo in più di quello necessario. Intanto se ti piace puoi mangiare la zuppa di miso anche tutti i giorni, è davvero un ottimo rigenerante.
In bocca al lupo ;)

mammafelice ha detto...

Grazie per i consigli! Dalle mie parti non ho ancora trovato uno specialista, non so bene dove cercare... Comunque per fortuna adoro il miso!!!
Volevo provare una ricetta che ho letto semplicissima, il malto-kuzu... più che altro per prenderci la mano!
Mi tratterrò dalla fruta...
Ciao e grazie!