giovedì 19 giugno 2008

Riprendendo le buone intenzioni...

Vi ricordate i miei buoni propositi per la quaresima???
Se la risposta è SI, vi ricorderete anche il mio "becero" fallimento ;)
Avevo deciso che non faceva per me, e avevo messo l'idea da parte per tirarla fuori approssimativamente attorno al "mai più", o giù di lì.
Ma la vita spesso ci fa le pernacchie e come Lorenzo dice sempre (con un po' di sadismo secondo me :*) "sono proprio le cose che facciamo più fatica a smettere che rallentano il cambiamento".
Se ho detto che la vita ci “ride”, intendo dire che proprio si diverte a stuzzicarci, ed io devo dire che la mia realtà, malgrado sia un po' burlona, mi vuole proprio bene :)
Lo dico perché, quando finalmente sono riuscita a fare la consulenza con l’insegnante della scuola di Milano che frequento, indovina che mi toglie come prima cosa?
Proprio i prodotti da forno ;DDD
Voi direte (come del resto hanno detto tutti, amici e parenti, che avevano inserito le gallette di riso persino nel cartellone di laurea): ma come farà la povera alghetta?
Un mese senza gallette? Un’estate senza patatine di mais?
E' una malinconia totale!
Probabilmente se si fosse trattato di un mese l'avrei presa così. Invece ho scoperto di avere una costituzione addirittura estremamente yang, per cui dovrò aspettare un po’ di più prima di re introdurli. Ammetto di essermi sentita il protagonista di "uno nessuno centomila” che scopre da adulto di avere il naso storto ;D
Fatto sta, che prodotti da forno, cose secche e dure e derivati animali sono usciti dai miei pasti. Ovviamente ci sono state new entry positivissime che gradisco un sacco.
Questo durerà per sempre? Chiaramente essendo anche una fatto costituzionale ci vorrà tempo prima di mitigare gli effetti di anni di gallette, ma son sicura che con il tempo tutto cambierà. Infondo è una mia scelta cercare di migliorare sempre di più il mio stato psichico e fisico.
Il primo mese è volato e mi sono sentita subito bene.
A volte è più facile cambiare ottica per una vita intera piuttosto che per pochi giorni, almeno per me è così :D

7 commenti:

Saretta ha detto...

Non so se è un caso, ma anche a me aveva detto la stessa cosa...mah!
IO un po' ho evitato ma poi sono ritornata a reintrodurli e non vedo sta differenza, sinceramente!Forse sono poco attenta io..

georges ha detto...

Pur non conoscendoti di persona, avrei giurato che eri yang. Buon proseguimento!!;)

yari ha detto...

Concentrati sulle new entry positive ;-)

Arame ha detto...

Saretta,
non credo sia un caso ;)
Nelle lezioni ha spiegato più volte che è una caratteristica tipica della popolazione italiana, a causa del tipo di alimentazione tradizionale. Infatti per noi non è difficile esagerare con i prodotti da forno, con la carne e con il sale.
Io non ho solo eliminato i prodotti da forno, ma ho anche fatto diverse piccole modifiche al mio modo di cucinare e alla scelta degli ingredienti, probabilmente per questo sono stata subito meglio. Credo... ;)

Georges,
su questo ci sarebbe da parlare molto, infatti quando iniziai con la macrobiotica ero sicuramente molto diversa da come sono adesso, sono cambiata molto soprattutto caratterialmente e questa è la cosa che mi piace di più ;)

Yari,
sicuramente!!! Grazie :)

georges ha detto...

Arame, non c'erano intenti polemici nel mio post precedente, e mi pare che tu l'hai colto. D'altra parte, non dico una novità affermando che con yin-yang si possono fare delle valutazioni sulla condizione di chi ci sta davanti. Tutto può diventare utile alla diagnosi: cosa uno scrive, come lo scrive, le emozioni che emana....si possono fare consultazioni telefoniche, solo ascoltando l'inflessione della voce, il tono, il timbro dell'altro...non è neppure necessario vederlo in faccia!! Ti fa onore quello che scrivi sul cambiamento. Ci sono persone, infatti, che "vogliono cambiare", e a questo scopo usano la psicanalisi, i gruppi, l'ipnosi, ecc. ma non si rendono conto che devono cambiare le proprie cellule!! Dandogli un altro nutrimento, costruendosi "materialmente" in maniera diversa.
Le costituzioni, comunque, sono un regalo dei nostri genitori e della prima infanzia e più di tanto non si cambiano, ma ci si rilassa, ci si rilassa......(anch'io sono yang!)
Quindi rinnovo i miei saluti e auguri di buon proseguimento!!

Arame ha detto...

Georges,
quello che scrivi è verissimo. Vorrei puntualizzare solo una cosa. Per te saranno sicuramente cose ovvie, ma non credo sia così per tutti.
Anche una persona costituzionalmente yang, può eccedere con lo yin, e peggiorare la sua condizione abusando di zuccheri, latticini, verdura e frutta cruda.
Imparare a gestirsi l'alternarsi dell'equilibrio è la macrobiotica, la quale, secondo me, è davvero un'arte affascinantissima .

Gianna Marzia SANSONE ha detto...

Ciao arame, ma dopo la sterilizzazione dove si conservano i barattoli? In frigo o in dispensa?
Gianna