martedì 17 luglio 2007

Crocchette di Riso e Farina di Mais

La giornata di Sabato è passata in totale relax, anche il mare sembrava troppo, così è stata una giornata dedicata alle super gratifiche. Mi sono concessa shopping, chiacchere con mamma, parrucchiere e un pranzetto godereccio ;)
Questo è il mio primo esperimento con la frittura, infatti è un piatto ideato della mamma del Criticissimo, io ho fatto piccole modifiche, ma non sostanziali.


Riso integrale o semintegrale già cotto
Tofu
Foglioline di basilico
Farina di mais precotta
Acqua
Sale integrale marino

Olio di mais (per friggere)

Tagliare il tofu a quadretti di circa un cm per lato, bollirlo in un po’ d’acqua salata per circa 5 minuti e metterlo da parte.
Predisporre due ciotole. In una metterci l’acqua con un pizzico di sale, mentre nell’altra la farina di mais integrale. Con il cucchiaio da gelato prendere il riso e pressare bene. Con ancora il cereale nel cucchiaio fare un insenatura nel riso con l’indice e inserirci dentro un cubetto di tofu avvolto in una fogliolina di basilico. Con le mani bagnate nell’acqua salata chiudere la pallina su sé stessa, in modo che il ripieno rimanga nel centro.
Una volta ottenuta le forma desiderata passarle nella ciotola con la farina di mais integrale, e appoggiala in un piatto. Ripetere queste fasi fino all’esaurimento del riso.
Una volta terminato prendere una padella di acciaio e riempirla di olio fino a coprire il fondo per circa un cm di altezza.
Aspettare che l’olio arrivi in temperatura e friggere le crocchette fino a che non avranno formato una costricina dorata, prima in un lato e poi nell’altro.
Raccoglierle e stenderle in un piatto foderato da carta assorbente, per eliminare l’unto in eccesso.
Io le ho fritte in poco olio, quindi gli ho dato l’aspetto di polpette un po’ schiacciate, ma è possibile farle sferiche e friggerle per immersione, oppure cuocerle in forno.

Sono state apprezzate anche dai miei e quindi provatele e divertitevi nella creazione delle varianti ;)

7 commenti:

stelladisale ha detto...

il tofu si può bollire? non si squaglia? perchè devo dire la verità il tofu è una di quelle cose che non mi piace molto, quindi non ho molta esperienza, voglio provare a farlo in casa per vedere se magari fresco mi piace di più...

Arame ha detto...

Stella di sale,
il tofu è chiamato comunemente formaggio di soia, ma con il formaggio a poco a che fare. Non si scioglie tranquilla, ed è consigliabile trattarlo in qualche modo prima di cucinarlo o mangiarlo per migliorarne il gusto.
Fatto in casa è più saporito e io lo consiglio.
Lo puoi bollire se lo vuoi usare in ricette varie, oppure è stupendo da aggiungere alla verdura se lasciato macerare qualche ora in una miscela di acqua, salsa di soia e zenzero (con l'aggiunta delle spezie che preferisci).
E' versatile e una volta che si capisce come utilizzarlo è un alleato insostituibile nella cucina naturale ;)

Luca ha detto...

Ottima ricetta, Arame! Queste crocchette potrebbero creare una dipendenza, sono a rischio!!!!

Invece di cuocerlo in acqua salata (o in acqua e salsa di soia) io ho provato alcune volte a mettere il tofu a stagionare sotto un sottilissimo strato di miso per alcuni giorni: dopo 4-7 giorni prende la consistenza del formaggio stagionato e il sapore del miso. D-E-L-I-Z-I-O-S-O...
Chissà come starebbe nelle tue crocchette??...

Se ci provi, fammi sapere cosa en pensi... Ciao!

Yari ha detto...

Chissà che buone, devo provarle!

inutile donna ha detto...

wow questa ricetta mi ispira proprio!!
potrebbe anche innalzare il mio morale di questi giorni..

Arame ha detto...

Luca,
adoro quella preparazione del tofu, ottima per farcire panini e qualsiasi altra cosa!!! Ottimo consiglio!!! Proverò sicuramente ;)

Yari,
:)

Donnina,
... dai coccolati un po'....

inutile donna ha detto...

si, si ho proprio voglia di cibarie coccolose.. che mia madre chiama schifezze..