mercoledì 4 luglio 2007

Tè MU

Questa bevanda mi piace molto, la trovo rinfrescante e rigenerante.
Durante i mesi caldi è necessario bere di più, perché si perdono molti liquidi, per questo è giusto mantenere l’equilibrio di idratazione, senza però correre in bagno ogni 5 minuti.
Tra tante diete che ti consigliano di bere litri e litri d’acqua, la macrobiotica ha un atteggiamento diverso, ovvero, bevi quando hai sete! Trovo che sia sensato finché non si è anziani, e non si ha perso la sensazione della sete. Inoltre nell’alimentazione macrobiotica sono presenti alimenti ricchi di acqua e quindi è normale che un macrobiotico beva meno di una persona dall’alimentazione casuale.


Questo tè è ideale da consumare dopo i pasti , perché è un tonico dell’apparato digerente.
Si trova principalmente nei negozi dove sono in vendita prodotti macrobiotici.
E’ composto da una miscela di erbe medicinali di tradizione orientale, e contiene tra gli altri ingredienti la buccia di mandarino, lo zenzero, il nocciolo di albicocca e il ginseng…
Per la preparazione porre a bollire in una pentola un litro di acqua, e una volta raggiunto il bollore mettere in infusione un sacchetto, che si lascerà sul fuoco basso da 10 a 15 min.
La bustina può essere utilizzato tranquillamente due volte.
Nei mesi caldi è possibile ottenere una bevanda meno yang aumentando leggermente la quantità d’acqua e lasciandola sul fuoco non più di 10 minuti.
Inoltre essendo una bevanda comunque molto yang, può essere bevuta fredda…
... è davvero ottima!

7 commenti:

dea ha detto...

ho comprato questo tè da un po' di tempo, ma ancora non mi sono azzardata a provarlo (e io sono un'amante di tè e tisane) perchè il profumo non mi esalta. In compenso sto bevendo tantissimo tè bancha :)
p.s. il mu va bene anche alla sera, pur contenendo ginseng?

Arame ha detto...

Dea,
inizialmente neanche a me piaceva da impazzire, addirittura la prima confezione l'ho fatta scadere (ce ne vuole). Poi l'ho riprovato perchè volevo una bevanda energizzante, e questa sicuramente lo è! Anche in questo caso ho avuto la riconferma che i gusti cambiano.
Io consiglio di berla nella prima parte della giornata, magari non oltre le cinque di pomeriggio, non solo per il ginseng, ma proprio perchè è molto yang.
Una volta sentito, te ne dovrebbe venir voglia quando ti senti un po' giù. Una sorta di tonico naturale :)))
Il gusto è meglio dell'odore, infatti annusato fa molto erba medica, ma in bocca ti lascia il sapore di liquirizia.
Provalo. Al massimo, se non ti piace, cerchiamo un modo alternativo di consumarlo. :DDD

stelladisale ha detto...

Anche il mio naturopata dice che 'sta cosa di bere per forza due litri di acqua al giorno è sbagliata.
Poi io penso che si debba andare anche ad istinto e se si ha sete bere, se non si ha sete no.
Il the mu l'avevo provato anni fa e non mi ricordo se mi piace, ultimamente bevo a volte il the bancha che quello è senza teina ed è leggermente digestivo.

Yari ha detto...

Sai che non l'ho ancora mai provato? Devo assolutamente farlo!

Arame ha detto...

Stella di Sale,
il tè bancha è fantastico, è leggero e rilassante, ancora più digestivo se bevuto dopo i pasti con una goccia di salsa di soia.
Mentre il bancha è da tutti i giorni, il Mu è da utilizzare quando serve, per fortificarsi un po', e quando abbiamo stressato l'apparato digerente.

Yari,
lo consiglio ;)

L 'altro Carlo ha detto...

Veramente interessante il blog, mi sto avvicinando alla macrobiotica dopo aver letto un libro di George Ohsawa e dopo essermi informato, sto studiando per cercare di comprendere l'equilibrio; sono vegan già da un po' però, l'anno scorso ho passato veramente un periodo tremendo, con uno stato di salute veramente precaria, malessere generale elevato, frequenti influenze (5 in tutto l'anno) e perenne raffreddore, mal di gola eccetera. Sulla questione alimentare legato alla moralità e alla etica sono di tendenze libertarie, informato sui danni della carne, no global, contro le multinazionali, il fumo e e tutte le sostanze stupefacenti, ma non per proibirle o creare la morte dei ragazzi, ma come inibitrici della ragione, del libero arbitrio e della libertà di un individuo; meditante sulla sua natura e quella dei suoi simili. Perdonami la presentazione ma mi è venuta così, sù, e qualche eventuale cenno di incoerenza di fondo ma ho 16 anni e vorrei crescere. Volevo fare anche una domanda sul Te MU, oltre alle proprietà rigeneranti e stimokati dell'apparato digerente, ho letto che aiuta l'apparato respiratorio (bronchite, asma ecc...); è vero? Date le proprietà stimolanti è inopportuno prenderne prima di andare a dormire? Grazie, ciao

L'altro Carlo

Roberta ha detto...

Ciao a tutti. Sono Roberta. Ultimamente non ho più trovato il te Mu sullo scaffale dei 2 negozi che frequentavo. Ci proverò ancora, spero che non sia sparito dal commercio. Noi a casa lo chiamiamo 'la brodaglia' ma il sapore è meglio dell'odore!