mercoledì 23 aprile 2008

Crostata alla frutta

Il compleanno di due amiche, qualche invitata veg*, una cuochetta macrobiotica che decide di approfittare dell’atmosfera free della festa per donare qualcosa di suo.
Sono questi gli ingredienti principali di una crostata alla frutta che è nata in un sabato un po’ malaticcio per la sottoscritta, che si è limitata a brindare con te bancha alle dolcissime festeggiate. Se vi ricordate la Crostata di Holloween, sono state fatte pochissime modifiche con il principale scopo di rendere gradevole anche ai maschietti un dolce naturale.


Per la pasta frolla
300 gr. farina integrale di grano tenero
50 gr. di olio di mais
1 abbondante cucchiaio di malto d'orzo
130 ml. di acqua
scorza di limone
sale
Una stecca di vaniglia
Un cucchiaio di lievito per dolci (facoltativo)

Per la farcitura
Marmellata di frutti bosco senza zucchero
Frutta fresca


La ricetta della pasta frolla è molto semplice, ma richiede un po' di attenzione con la temperatura.Occorre che i primi 4 ingredienti siano freddi, quindi vanno messi per una mezz'ora in frigo, poi si amalgama il tutto aggiungendo la scorza di limone, il sale e i semini della vaniglia (che si estraggono incidendo il baccello per il lungo e raschiando con la lama). L' impasto ottenuto va messo in frigorifero ancora per una mezz'ora; a questo punto basta oliare un po' la teglia e con l'aiuto delle mani stendere l'impasto su tutta la teglia cercando di ottenere lo stesso spessore. Infine si bucherella l’impasto con una forchetta per evitare che in cottura si creino delle bolle.
Stendere la marmellata e cuocere l’impasto in forno a 180° per circa 30 – 40 minuti. Non volendola troppo secca ho messo una ciotolina piena d’acqua, come si fa per il pane, per aumentare l’umidità dentro il forno.
Una volta che sarà pronta aspettare che si raffreddi e guarnire con frutta fresca, magari di stagione.
;DDD

4 commenti:

Erbaviola ha detto...

Complimenti oltre che per la ricetta per la composizione, i colori sono bellissimi, mi piace molto l'aspetto di questa crostata! Inutile aggiungere che la copiero' non appena saranno pronte le mie fragole! :D

Claud ha detto...

Che bei colori!

Vera ha detto...

A parte il fatto che questa crostata mi fa venire veramente voglia di fracassarmi i denti mordendo il monitor...

Ti ho assegnato il premio sale y pepe, vieni a ritirarlo sul mio blog! ;-)

Arame ha detto...

Erbaviola,
che meraviglia le fragoline autoprodotte ;D

Claud,
anche buona! Davvero! I miei amici ancora mi fanno i complimenti ^_^

Vera,
CHE EMOZIONE! E' un'onore! Arrivo!