martedì 8 maggio 2007

Succo di Zenzero

Avvicinarsi alla cucina naturale significa scoprire sapori nuovi, ma anche gestualità antiche. Questo è un aspetto importante, e dal mio punto di vista ha anche un fascino irresistibile… Dalla scelta degli ingredienti alla modalità di cottura c’è il gusto di una ritualità che segue il ciclo delle stagioni e l’andamento di questo pazzo clima. Sto cercando di mettere in pratica sempre più quello che ho imparato sui libri, su vari siti, in conferenze e nelle giornate dei corsi, perché la teoria senza la pratica non porta a nulla.
Riuscire ad avere comportamenti alimentari sempre equilibrati con me e il mio mondo è l’obiettivo, e sono convinta che nutrendo il mio corpo e la mia mente con cibi e sensazioni positive mi renderanno giorno dopo giorno un po’ migliore.


Un ruolo importante nella macrobiotica lo svolgono anche gli utensili da cucina, solitamente sono oggetti di piccole dimensioni che aiutano nella preparazione di piatti energicamente equilibrati.
Io sto integrando la mia cucina a poco a poco, allo stesso modo di come sto compiendo il mio cammino… penso sia utile farvi vedere qualcuno di questi oggetti perché non si trovano proprio in tutte le cucine, e così se ne riteneste utile l’acquisto potrete individuarli con più facilità nei negozi specializzati.
Il primo che vi presento è la grattugia in ceramica che viene utilizzata per ricavare dallo zenzero il suo prezioso succo.
Questa radice ha un sapore piccante e ha una crescita orizzontale, per questo viene considerata yin, ma svolge un ruolo importantissimo nella cucina macrobiotica, infatti è eccezionale nelle zuppe.
Per ottenere il succo è necessario togliere la buccia dallo zenzero con un coltello affilato e grattugiarlo con forza ricavandone una poltiglia giallastra. A questo punto prendere questa miscela e spremere con una mano il succo sopra un cucchiaio che servirà a misurarne la quantità.
Invece del prezzemolo o dell’erba cipollina utilizzate saltuariamente due cucchiai si succo di zenzero per guarnire la zuppa di miso, aggiungetela un minuto prima di spegnere la fiamma, mentre il miso sta sobbollendo, ne rimarrete conquistati ;)

13 commenti:

Morrigan ha detto...

Ma se uso la grattugia quella di vetro, ove vi si grattugiano mele e pere per i bimbini (ma anche per gli adultini ghiotti ^__^) va bene uguale, giusto? ^O^
Bell'idea!
E lo zenzero è così buonoooo!

manuela ha detto...

sempre consigli preziosi...va bene lo stesso la grattugia di vetro che usava mia nonna quando ero piccola per grattugiarmi la mela?

Arame ha detto...

Morrigan, Manuela
Non ho mai visto una grattugia di vetro, quindi vi rispondo dicendo che deve avere la zigrinatura molto aguzza, e deve resistere ad una buona pressione perchè lo zenzero è duro, non è come la mela. Provate... vi accorgerete subito se è idonea o meno, ma se è sottile evitate non vorrei che si rompesse...
Fatemi sapere!!!

inutile donna ha detto...

la mia grattugia è di plastica..
sono sempre un passo davanti a tutti (a povertà, ovviamente!) >_<

Arame ha detto...

Donnina...
mi sa che quella non reggerebbe ;D però ti consiglio una bella zuppa di miso per la tua pancina!!!

inutile donna ha detto...

grazie del consiglio!!
andrò nel mio negozio bio sperando che ce l'abbiano..
cmq sono stata dal gastroenterologo: ho un malfunzionamento dell'intestino.. nuova cura a base di medicinali e vedremo..
( il pacco è che se fra tot mesi non cambierà nulla mi dovrò mettere nell'ordine di idee di dover fare una colonscopia.. aiutoaiutoaiuto..)

Arame ha detto...

Donnina,
quando sento queste cose mi si drizzano i capelli...
Ho sofferto anch'io d'intestino, più che mal funzionare proprio non funzionava... ho preso un sacco di madicine, ma sapevo che queste creano poi altri problemi. La maggior parte dei disturbi a livello gastro-intestinale ce li creiamo noi con comportamenti innati nelle nostre abitudini.
La qualità del cibo, le modalità di cottura, gli accostamenti, l'ordine delle portate, la masticazione...etc
sono tutti fattori che incidono sul funzionamento dei nostri organi.
Il discorso è complesso, ma ti dico che volendo c'è un'altra strada, lo so che l'ho detto altre volte, ma l'ho provato su di me, per questo insisto. Se credi continua a seguire medici, ma magari cercane uno con una visione delle cose un po' allargata perchè potrà aiutarti a capire le vere cause del tuo malessere e iniziare davvero a stare meglio!

Yari ha detto...

Devo comprarla anch'io la grattuggia di ceramica!!

Yari ha detto...

Cerca magari un medico specializzato in omeopatia, saprà consigliarti al meglio e i medicinali allopatici saranno presto un ricordo.

inutile donna ha detto...

grazie dei consigli..
ispirata da arame oggi cercavo in libreria un libro sui principi della macrobiotica ma non ho trovato nulla..
la libreria non era delle migliori e mancava il tempo necessario per un'accurata ricerca.
tempo permettendo voglio riuscire in quest'acquisto, prima o poi..

Arame ha detto...

Yari,
ottimo consiglio!!!

Donnina,
ti dedico il post di oggi! Forse non sarà goloso, ma è un consiglio su come investire il tuo interesse per la macro!

inutile donna ha detto...

grazie.. oltre mia aspettativa..
è il regalo di compleanno..
(domani..)

Ally ha detto...

Ciao, cercavo notizie sullo zenzero ed eccomi qui :-) utilissimo il tuo post! Credo di dovermelo procurare in erboristeria e di cominciare a provarlo, ovvio comprerò anche la grattugia...Una ricetta parlava di riso integrale-zucca-porro-olio di oliva-sale e-----succo di zenzero... poi ovvio il risultato sembra che sia un piatto altamente naturale, antiossidante e anti-timore :-)